Esther Stocker (1974, Silandro, Italia) vive e lavora a Vienna, Austria.

Esther Stocker ha esordito alla fine degli anni Novanta con dipinti astratti in cui segni geometrici e griglie ortogonali si sovrappongono su un ristretto ventaglio di colori, ridotto ai soli bianco, grigio, nero. In questi dipinti le griglie irregolari, richiamando il concetto di mimesis non in senso platonico di imitazione della natura ma nella sua accezione di mimetico, di camouflage, hanno lo scopo di indagare le facoltà percettive dello spettatore.

Se questo richiama, da una parte, le esperienze della Op Art, dall’altra l’artista di origini italiane se ne distacca, in quando il “camuffamento” non è nascosto ma svelato, palesato attraverso le molteplici irregolarità delle griglie.

Esse, espandendosi dalla tela allo spazio, invadono pavimenti, soffitti, pareti di gallerie e musei, divenendo installazioni sensoriali con le quali lo spettatore interagisce.  Ciò che interessa l’artista, infatti, è la disintegrazione dell’ambiente: l’ambiguità spaziale e l’incertezza percettiva, causate da questa frammentazione, generano solitudine, disperazione, eccitazione.

ESTHER STOCKER

artista: Esther Stocker

download

Artista Rappresentato
© 2003 OREDARIA TEMI E FORME DELL'ARTE SRL UNIPERSONALE