L’artista presenterà un ciclo di nuovi lavori, realizzati appositamente per l’occasione. Il nucleo principale è costituito da opere di grande dimensione, con calchi e intervento pittorico, nelle quali l’abituale tema del rapporto BUIO-LUCE-CORPO presenterà nuovi affondi e trasparenze. Per la prima volta, quale evoluzione dei lavori ‘VIVI’, saranno esposte alcune opere dal titolo ‘ESTASI’ esploranti il rapporto del corpo con lo spazio e il cosmo attraverso sfere di luce come un’apparizione dal buio. Saranno esposte inoltre opere di piccolo formato e opere su carta ad evidenziare e completare il percorso iconico visivo dell’artista. Il corpo è sempre protagonista del lavoro di Manfredini: tema e pratica diretta, immagine impressa direttamente sulla superficie dei quadri. Le opere nascono, infatti, dal contatto del corpo dell’artista su una superficie trattata con velature di nerofumo, capaci di registrarne il segno. Successivi interventi pittorici accrescono la definizione e la plasticità dell’impronta, fino a trasformarla in un’indefinita presenza umana che emerge verso l’esterno.

Manfredini lavora da anni sul corpo con una ricerca lenta che sta portando il suo lavoro dai “tentativi di esistenza” del primo periodo ad un’affermazione pittorica sempre più consapevole, in cui la luce, pura e assoluta, definisce immagini estatiche e spirituali.

In occasione della mostra sarà pubblicato un catalogo, edizione SKIRA/OREDARIA. Testo critico di Peter Weiermair.

INTRODUZIONE

© 2003 OREDARIA TEMI E FORME DELL'ARTE SRL UNIPERSONALE