La galleria OREDARIA Arti Contemporanee di Roma, dopo sei anni di attività, celebra il suo percorso espositivo rendendo omaggio agli artisti che sono intervenuti finora nello spazio di via Reggio Emilia, e a quelli che lo faranno in un futuro immediato, con una mostra di forte valenza emotiva in cui saranno esposti lavori che documentano la storia della galleria. Dall’alchimia di Gilberto Zorio ai quadri specchianti di Michelangelo Pistoletto; dalla sensibilità di Ettore Spalletti all’immaginario concettuale di Maurizio Mochetti; dallo studio della luce di Alfredo Pirri al linguaggio metafisico di Marco Tirelli; dall’astrazione di Franco Fontana alla struggente malinconia del mondo industriale di Ulrich Egger; dai luoghi della scomparsa di Gilad Efrat all’istantaneità temporale di Stefano Cagol; dalle immagini estatiche e spirituali di Giovanni Manfredini ai piani di realtà subliminali di Lorenza Lucchi Basili; dalla ricerca dell’identità di Roberto De Paolis ai lavori in chewingum di Maurizio Savini e dalla maturità filosofica di Diamante Faraldo alle ricerche sul corpo di Alberto Petrò e Donatella Spaziani.



INTRODUZIONE

© 2003 OREDARIA TEMI E FORME DELL'ARTE SRL UNIPERSONALE