“La realtà prima la inventiamo, poi la realizziamo”    M. Mochetti
Venerdì 11 marzo alle 18.30, si inaugura a Roma, in via Reggio Emilia 24, presso la galleria OREDARIA “Divertissement” mostra personale di Maurizio Mochetti. La mostra sarà articolata in una composizione leggera e giocosa che nasce come ‘divertimento’ dell’artista, senza alcun intento retrospettivo. Cinetismo, luce, dinamismo, energie elettromagnetiche e laser saranno il materiale creativo con cui Mochetti affronterà lo spazio pensandolo come ‘luogo’ senza limiti fisici, vibrante e immateriale.
Il linguaggio artistico di Mochetti è il risultato di un processo nel quale l’arte è più fatta dall’idea che dalla prassi e l’opera è l’inevitabile traccia di un’idea. L’uso quasi esasperato della tecnologia non è un’esaltazione della stessa, ma un mezzo nuovo con cui la creatività si può manifestare. Le opere di Mochetti si impossesseranno di tutte le dimensioni, di tutti i sensi in un’atmosfera di velocità/immobilità,
Lo spazio ospiterà dunque un percorso in evoluzione dove rampe di lancio, sfere, macchine da corsa, laser o camouflage saranno presentati evidenziando la concettualità e la progettualità che antecede il lavoro materiale compiuto. Così i disegni preparatori svolgeranno un ruolo didascalico, alcuni progetti storici mai eseguiti saranno realizzati per la prima volta, mentre altri saranno riproposti in ottiche diverse.
L’allestimento voluto da Mochetti evidenzierà l’esigenza di ‘confondere’ spazio e tempo, passato e futuro, facendo, come ben esprime Germano Celant, “della sua arte sinonimo di ricerca, un luogo potenziale che prende necessariamente la forma di cose o di elementi energetici, ma che non intende fermarsi: arte quale movimento perpetuo”.

INTRODUZIONE

© 2003 OREDARIA TEMI E FORME DELL'ARTE SRL UNIPERSONALE